Skip to content Skip to footer

Creta: i nostri consigli per visitare la più grande delle isole greche

Creta, scenario di miti classici come quelli di Arianna e Teseo e di Icaro e Dedalo, è la più grande delle isole greche. Oltre che per il mito e la storia che continuano a permeare l’isola, Creta affascina per la sua bellezza totale, che include alcune delle spiagge più incantevoli del Mediterraneo.

Questa peculiare combinazione di natura e archeologia rende l’isola di Creta una destinazione da sogno.

Creta: i nostri consigli per visitarla

Proprio per la sua ampia estensione e le numerose attrattive, risulta praticamente impossibile visitare l’intera isola in pochi giorni. È importante farsi un’idea della geografia di Creta per selezionare accuratamente i luoghi da visitare.

Più precisamente, Creta è suddivisa in quattro prefetture: Iraklio, Chania, Lassithi e Rethymno. Ognuna di queste aree è ricca di attrazioni imperdibili, quindi è meglio scegliere con cura cosa visitare, dai siti della mitologia greca all’imponenza dei canyon, dalle impressionanti montagne alle spiagge da sogno.

Quello che vi suggeriamo di fare prima di partire è capire dove alloggerete, perché in questo modo saprete anche quali zone riuscirete a vedere meglio.

Iraklio (o Heraklion), il mito del labirinto

La prima zona di Creta di cui vogliamo parlare è Iraklio, nella parte centro-occidentale dell’isola, in cui si trova l’omonimo capoluogo e uno dei più importanti aeroporti dell’isola. Si tratta di una città portuale molto vivace, chiamata anche “Candia”, per via della pietra bianca che viene utilizzata per costruire le case. 

È un importante centro della civiltà minoica e proprio per questo, tra le attrazioni da non perdere, è importante menzionare il Museo Archeologico e i Palazzi di Festo e Cnosso, il mitologico palazzo del labirinto e del Minotauro.

In prossimità di Iraklio si trova, inoltre, la spiaggia più “alternativa” di Creta: Matala Beach. Negli anni ‘60, questa spiaggia è stata un ritrovo per gli hippy di tutto il mondo e ancora oggi è in pieno stile “Peace and love”. È uno scenario davvero suggestivo, che include delle splendide grotte prima abitate dalle comunità di hippy e tuttora visitabili.

Chania (o Hania), le spiagge più belle di Creta (e forse d’Europa)

Se desideri visitare la Creta più wild, una buona idea è quella di atterrare all’aeroporto di Chania. È un’ottima base per visitare alcune delle spiagge più belle non solo di Creta, ma dell’Europa intera, con sabbia bianchissima e acqua cristallina.

Impossibile non menzionare la Laguna di Balos e le imperdibili spiagge di Falassarna, Elafonissi, Paleochora e Sougia, famose in tutto il mondo. In particolare, Elafonissi e Balos, sono aree protette in cui le tartarughe caretta depongono le loro uova e in cui si trovano più di un centinaio di piante rare, tra cui i narcisi marini, che fioriscono in estate. 

A Chania, inoltre, si trova un’altra attrazione naturale imperdibile: le Samaria Gorge (le gole di Samaria), un canyon lungo più di 15 km.

Lassithi, tra glamour e palme

Il capoluogo di Lassithi si chiama Agios Nikolaos, la località turistica più glamour dell’isola, in cui boutique, hotel e  ristoranti chic si alternano alle botteghe di artigianato e alle taverne greche tradizionali.

La spiaggia più particolare di questa area è la spiaggia di Vai, che ricorda davvero una spiaggia tropicale, data la presenza della più grande foresta di palme di tutta Europa, che cresce naturalmente fino alla spiaggia.

Nella prefettura di Lassithi rientra anche l’isola minore di Chrissi,  tutelata come “area di intensa bellezza naturale”, raggiungibile in meno di un’ora in barca da Lerapetra. 

L’isoletta di Chrissi è famosa per le sue acque tropicali e per le magnifiche spiagge in cui, sulla sabbia rosata, si intrecciano le radici dei cedri. Attenzione però: non è possibile soggiornare sull’isola e per mangiare è presente un’unica taverna!

Rethymno, le influenze turche e veneziane

Infine, è presente anche la piccola prefettura di Rethymno, con l’omonimo capoluogo, che mescola tracce di cultura turca e veneziana. Il centro storico è davvero un gioiellino da esplorare, a partire proprio dai simboli delle due dominazioni: la Fortezza Veneziana e la Moschea Tis Nerantzes.

Parlando di spiagge, invece, è qui che si trova la particolarissima spiaggia di Preveli. Lo ammettiamo: non con un mare da sogno come le altre spiagge menzionate in questo articolo, ma è davvero un posto unico ed originale. 

Infatti, Preveli è protetta da un folto palmeto, attraversato dalla gola di Kourtaliotikos. Il fiume arriva fino alla spiaggia, tagliandola in due per poi tuffarsi in mare. In tal modo hai la possibilità di fare un bagno nelle acque salate del mare o in quelle dolci e fredde del fiume.

Dopo questo assaggio di un’isola che ha tutto, dalla storia alle bellezze naturali, speri ancora che la destinazione a sorpresa della tua Estate Toratora sia Mykonos o Santorini?

I NOSTRI SOCIAL
Instagram
Facebook
COPYRIGHT

Toratora S.R.L. – 14901221003