Skip to content Skip to footer

Barcellona: 3 giorni nella città più giovane d’Europa

«Barcellona ti entra nel sangue e ti ruba l’anima» diceva Carlos Ruiz Zafón, come dargli torto!? Barcellona è nella top 20 delle città più visitate al mondo perché c’è davvero tutto ciò che può rendere felice un turista: spiagge, buon cibo, folklore e arte ad ogni angolo… ma non solo! Ciò che rende unica una città come Barcellona è la grande varietà di possibilità che offre la sua movida e in questo articolo te ne consiglieremo qualcuna. 

La Barceloneta

La spiaggia nel quartiere di Barceloneta, amata da turisti e locals, è il centro della movida estiva della città. Di giorno, infatti, puoi prendere il sole e fare surf, per poi concludere la serata con uno shot (uno?!) in uno dei tanti chiringuitos aperti fino a tardi e frequentatissimi ad ogni ora. Oppure, se hai proprio voglia di scatenarti, puoi andare in una delle favolose discoteche della zona, ad esempio, il famoso Pachá.

Per i più tranquilli, ci sono anche tantissimi locali particolari in cui sorseggiare un calice facendo due chiacchiere. Magari pianificando cosa fare il giorno successivo o semplicemente lasciandosi avvolgere dall’atmosfera di fiesta. Ad esempio, ti consigliamo il Can Paixano, un locale in cui potrai gustare un delizioso champagne prodotto direttamente dai proprietari. 

Per i più modaioli, è impossibile rinunciare ad un cocktail all’Eclipse Bar, sul rooftop dell’Hotel W, una vista davvero impagabile!

Barcellona e la sua movida : Gràcia, Eixample, Raval

Il lungomare della Barceloneta, però, non è di certo l’unico posto per gli amanti della movida. Anche il quartiere di Gràcia è animato da una vita notturna vivace, in particolare Plaça del Sol, frequentata da tantissimi universitari, così come il quartiere di Eixample. Qui, infatti, vi sono tantissimi cocktail bar, molti LGBTQ+ friendly, da cui il soprannome di “Gaixample”. 

Anche nel quartiere di Raval ci sono alcuni dei locali più particolari di Barcellona, tra tutti ti consigliamo di recarti in uno dei bar storici del quartiere, aperto dal 1820: il Bar Marsella, vero cuore bohémien del quartiere. Punto di ritrovo di artisti come Picasso, Orwell o Hemingway, che prediligevano questo luogo per stimolare la loro creatività con l’ausilio di un bicchierino d’assenzio.

Primavera Sound Festival

Barcellona, però, non offre solo quartieri animati e locali notturni, ma anche e soprattutto eventi di ogni tipo, con una particolare attenzione per i festival musicali, che ogni anno attraggono turisti da ogni Paese del mondo. 

Uno dei più famosi è il Primavera Sound Festival. Dopo l’annullamento delle ultime due edizioni programmate a causa della situazione pandemica, gli organizzatori hanno deciso di riaprire in bellezza, con un evento che quest’anno durerà ben 10 giorni, dal 2 al 12 giugno.

Ti invitiamo a farci  un pensierino: d’altronde, quanto può essere figo un festival già figo che per sfiga non ha avuto sfogo?

Barcellona: la città della Spannabis

Sai cosa hanno in comune Barcellona ed Amsterdam? Beh, diciamo che gli abitanti delle due città per rilassarsi chiamano la stessa persona: Mari…juana! I governi di entrambi i Paesi, infatti, ne riconoscono gli effetti benefici e ne tollerano l’utilizzo, ma con una differenza: in Olanda vi è una forte pressione politica per fare chiudere i coffee shop, specie ai turisti.

In Spagna, invece, il settore della cannabis sta acquisendo sempre più centralità e rilievo e ciò è evidente anche dall’organizzazione annuale dello Spannabis.

Lo Spannabis è il festival dedicato alla Cannabis più famoso d’Europa, che acquista sempre più notorietà grazie alla crescente apertura alle tematiche legate al suo consumo. Quest’anno si terrà tra poco più di un mese, dall’11 al 13 marzo.

È stato un periodo abbastanza stressante per tutti, ci vediamo lì?

I NOSTRI SOCIAL
Instagram
Facebook
COPYRIGHT

Toratora S.R.L. – 14901221003