Skip to content Skip to footer

Vilnius: cosa vedere nella capitale lituana in poco tempo

Vilnius vanta uno dei più grandi centri storici medievali d’Europa, Patrimonio Unesco dal 1994. Le stradine e gli edifici che lo compongono sembrano il compendio dell’architettura europea, includendo una miscellanea di stili che vanno dal Gotico al Barocco, al Neoclassico.

In questo articolo ti descriveremo i luoghi che non puoi davvero perderti a Vilnius, soprattutto se hai poco tempo.

La città vecchia

Iniziamo il nostro tour proprio dal centro storico che abbiamo appena decantato, la cosiddetta Città Vecchia.

Due piazze rappresentano il cuore della Città Vecchia di Vilnius: la Piazza della Cattedrale e quella del Municipio, entrambe in stile neoclassico.

La cattedrale di Vilnius merita una visita per la sua importanza storica: si ritiene, infatti, che sia stata il primo luogo di culto della Lituania consacrato al cattolicesimo.

Fanno parte della Città Vecchia anche il Quartiere Ebraico e Uzupis, il quartiere underground di Vilnius, che ricorda un po’ Christiania ad Amsterdam e che si è proclamato Repubblica indipendente, con una propria Costituzione e una propria moneta.

Vilnius in poco tempo: la leggendaria  Collina delle 3 croci

Il nostro tour prosegue con uno dei luoghi più suggestivi di Vilnius: la Collina delle tre croci, da cui si può godere di uno dei più splendidi panorami che la città offre.

Secondo alcune cronache, nel 1300 circa, la nobile famiglia lituano-polacca Bychowiec invitò 14 monaci francescani a Vilnius. L’atteggiamento dei monaci nei confronti delle divinità pagane lituane indispose i cittadini di Vilnius, che ne erano profondamente devoti.

La conseguenza fu che tutti e 14 i frati furono uccisi: 7 vennero decapitati e altri 7 buttati nel fiume legati a croci di legno. La leggenda narra che le tre croci furono costruite da alcuni cristiani proprio in memoria dei monaci.

La Chiesa di Sant’Anna

Dopo aver visitato un luogo così meravigliosamente… cupo, passiamo adesso a una storia d’amore e in particolare a un dono d’amore: quello che il Re Vytautas volle fare a sua moglie Anna, la Chiesa di Sant’Anna. Questa chiesa era stata costruita in legno e venne distrutta da un incendio nel 1419. 

L’attuale chiesa in mattoni fu costruita su iniziativa del re di Polonia e del Granduca di Lituania Alessandro Jagellone e, da allora, l’esterno è rimasto quasi invariato.

Si tratta di uno degli edifici più belli dell’intera Lituania.

Sembra che Napoleone, durante la Campagna di Russia, espresse il desiderio di “Portarla in Francia sul palmo della sua mano“. 

Vilnius in poco tempo: i musei

Si può proseguire la visita di Vilnius con la visita del Palazzo dei Granduchi di Lituania, ricostruito nel 2009 riproducendo quello originario. Oggi ospita un museo in stile tardo gotico, rinascimentale e barocco. Inoltre, i visitatori hanno la possibilità di rivivere il passato tramite un’esperienza di realtà virtuale in 3D.

Un altro museo da non perdere è il Museo delle Illusioni, un museo particolarmente adatto per famiglie, così come il Museo ferroviario lituano e il Museo del giocattolo.

Hai una passione per la storia?  Allora non puoi perderti il Museo Nazionale della Lituania, mentre agli amanti dell’arte vogliamo consigliare la Galleria Nazionale d’Arte e il nuovo museo d’arte contemporanea, il MO Museum.

Se vuoi saperne di più sulla Lituania durante l’era sovietica, visita il Museo dell’occupazione e delle lotte per la libertà, ospitato nell’ex quartier generale del KGB. 

Una perla poco distante dalla città

Sì, sappiamo che questo articolo è dedicato a chi ha poco tempo, ma stiamo per descrivere un luogo imperdibile per chi ha un buco libero nella tabella di marcia: Trakai.

Trakai è una cittadina che si trova a circa 30 chilometri da Vilnius.  Il modo più semplice e rapido per raggiungerla è l’autobus, che impiega circa 30-40 minuti.

Le corse sono molto frequenti e il biglietto, da acquistare direttamente sull’autobus, costa 2 euro a tratta. Il Castello di Trakai rappresenta la principale attrazione della cittadina e ha davvero un aspetto fiabesco, ci si arriva attraversando un ponte pedonale, che si tende sulle acque del Lago Galvė e consente di osservare il paesaggio.

Il Lago Galvė, però, non offre solo pace e silenzio, ma anche la possibilità di adrenaliniche escursioni in kayak. Il Galvè, infatti, si trova nel Parco Nazionale Storico di Trakai.

In questo luogo, storia e natura si fondono in uno scenario caratterizzato da tre colori combinati tra loro: il verde delle foreste, il blu dei laghi e il rosso dei mattoni del castello.

Ti è venuta voglia di andare in Lituania? Ti diamo un motivo in più per farlo: anche i lituani hanno i loro panzerotti, si chiamano “Kibinai”, pieni di carne tritata e aromi, ma esistono anche delle versioni vegetariane, tra le quali ti consigliamo quella a base di funghi e formaggio.

… Ok! Forse adesso, oltre che avere voglia di andare a Vilnius, hai anche l’acquolina in bocca. Nessun problema: al tuo viaggio a sorpresa puoi aggiungere anche le attività enogastronomiche!

I NOSTRI SOCIAL
Instagram
Facebook
COPYRIGHT

Toratora S.R.L. – 14901221003