Skip to content Skip to footer

4 serie TV per viaggiare dal divano

«In viaggio la cosa migliore è perdersi. Quando ci si smarrisce, i progetti lasciano il posto alle sorprese, ed è allora, ma solamente allora, che il viaggio comincia» scriveva Nicolas Bouvier, uno scrittore che ha fatto del viaggio il suo stile di vita.

Nell’ultimo anno tutti i nostri progetti legati ai viaggi sono venuti meno a causa della pandemia. Anche in questo periodo così casalingo abbiamo però la possibilità perderci e lasciarci sorprendere dalla scoperta di luoghi in cui non siamo mai stati. 

Grazie alle serie TV il mondo è letteralmente a portata di mano, appena più in là del nostro divano.

Iniziamo allora il nostro percorso attraverso le serie tv per viaggiare con la mente e farci ispirare per la prossima partenza.

Serie TV per viaggiare: da Madrid a Firenze con la Casa di carta

Il nostro viaggio attraverso le serie TV inizia in Spagna e più precisamente a Madrid, una città che ha visto lievitare la sua popolarità  proprio grazie alla Casa de Papel (in italiano la Casa di Carta), la serie TV che ha tenuto tutti col fiato sospeso per le vicende del Professore e della sua squadra.

Lo scenario principale della serie è la Fábrica Nacional de Moneda y Timbre (la zecca nazionale spagnola).  Ma qui tocca sfatare un mito: per ragioni di sicurezza non si tratta infatti del reale edificio della Zecca di Stato, ma del Consejo Superior de Investigaciones Científicas (CSIC) che è stato protagonista di alcune delle scene più iconiche della serie, tanto da diventare una tappa imperdibile per tutti gli appassionati della serie.

I protagonisti della serie, nel corso delle stagioni, ci condurranno attraverso altre interessanti location di Madrid come Plaza de Callao, il Ministero dello Sviluppo, la terrazza del Círculo de Bellas Artes, la Cuatro Torres Business Area  e la centenaria Gran Vía. 

Nella terza stagione la banda della casa di carta si sposta in Italia. La location principale adesso è Firenze. Le scene infatti sono ambientate tra Piazza Duomo e Piazza della Signoria, dove si può ammirare Palazzo Vecchio, simbolo di Firenze e tappa fondamentale per chi visita per la prima volta la città rinascimentale. 

Le riprese si sono poi concluse a Piazzale Michelangelo da dove è possibile ammirare lo splendido panorama del tramonto su Firenze.

Dal Somerset a Londra con Bridgerton

Con Bridgerton, la serie tv ambientata in un’utopica e anticonvenzionale età della reggenza inglese, il nostro percorso attraverso le serie TV per viaggiare dal divano prosegue nel Regno Unito.

La serie è ambientata a Londra, ma la maggior parte delle riprese è stata fatta a Bath, situata nella contea del Somerset, famosa per il suo centro termale Patrimonio dell’Unesco.

La residenza storica in stile georgiano Num.1 Royal Crescent fornisce l’ambientazione esterna della casa di una nobile famiglia della serie. 

Il Royal Crescent è un importante complesso residenziale e il numero 1 è stato adibito a museo accessibile a tutti.  Visitarlo permette di fare un salto nel tempo, all’epoca georgiana. 

I famosi balli di Bridgerton sono stati invece girati allHolburne Museum a Sydney Pleasure Gardens, che ospita meravigliose opere d’arte di Sir William Holburne, da cui prende il nome, e al Banqueting Room della Guildhall uno degli interni, sempre in stile georgiano, più belli di Bath e spesso per questo utilizzato per lussuosi matrimoni.

Anche se le ambientazioni di Bath predominano, la serie ci conduce anche nella capitale del Regno Unito. 

La dimora dei Bridgerton è infatti situata in una villa georgiana che è in realtà la Ranger’s House alla periferia di Greenwich Park a Londra. Non si tratta di una vera e propria residenza,  ma del palazzo che ospita la collezione d’arte di livello mondiale accumulata da Sir Julius Wernher. 

Per questo motivo l’edera rampicante e gli opulenti cancelli che accolgono gli spettatori nella casa dei Bridgertons non sono presenti nell’edificio reale, ma sono stati aggiunti per dare un aspetto più “residenziale”. 

Altre scene sono state girate nelle maestose sale della Lancaster House, nota anche per essere stata utilizzata nella serie The Crown per le scene ambientate a Buckingham Palace.

Serie TV per viaggiare: la Parigi di Lupin

Prosegue il nostro tour dell’Europa attraverso le serie TV per viaggiare. Questa volta voliamo in Francia con la serie Lupin, la storia del ladro gentiluomo moderno che ci delizia con vedute da cartolina di Parigi.

Il Louvre è la location protagonista del primo episodio. È qui infatti che incontriamo per la prima volta il ladro gentiluomo, nel momento in cui mette in atto il piano del furto della collana della Regina per vendicare suo padre. 

Il museo più visitato al mondo ci incanta con sublimi scatti notturni della piramide illuminata di Ieoh Ming Pei e dello scorcio della grande galleria in cui è esposta la Gioconda. 

Questa “visita” in notturna è resa ancor più accattivante da una regia che conduce gli spettatori a dare una sbirciatina “dietro le quinte”, in luoghi come i corridoi di servizio o un misterioso ingresso nascosto nel cortile di Napoleone.

E come già accaduto per molte produzioni internazionali girate a Parigi, Lupin non poteva non includere nella serie la Basilica del Sacro Cuore, situata sulla sommità della collina di Montmartre e da cui è possibile ammirare l’intera città dall’alto.

Lupin ci invita a fare una passeggiata per le strade di Parigi e per luoghi  che fanno parte del paesaggio e della vita quotidiana dei parigini. 

Il ponte pedonale “Pont Des Arts’’, ad esempio, che attraversa la Senna e che è considerato uno dei simboli della Parigi romantica, dove si rifugiano coppie e artisti attratti dal suo punto di vista unico sulla città.

Nella Vienna di Freud

La serie sul più famoso psicoanalista tedesco, Sigmund Freud, ispirata in parte a eventi reali e in parte a visioni immaginarie di Freud stesso, è ambientata nella Vienna di inizio ‘900, ma è stata in realtà girata a Praga.

Perché? Si tratta di una scelta artistica del regista, che afferma che nonostante le due città siano simili, Vienna è stata massicciamente ristrutturata nel corso degli anni ed è oggi troppo moderna per la tipologia di location necessaria, mentre Praga conserva maggiormente il fascino del secolo scorso.

In questo caso, non è facile riconoscere i luoghi della città. La maggior parte delle scene sono state girate di notte, proprio per rimarcare i misteri legati ai gialli che caratterizzano la serie. 

Ma la struttura medievale di Praga fatta di vicoli suggestivi, antichi cortili, passaggi oscuri, chiese e sinagoghe, ne fa emergere tutta l’antica bellezza, tra mistero e un pizzico di magia.

Con tutti i luoghi che potrete visitare semplicemente dal vostro divano, non rimane che augurarvi buona visione e… buon viaggio!

I NOSTRI SOCIAL
Instagram
Facebook
COPYRIGHT

Toratora S.R.L. – 14901221003