Skip to content Skip to footer

Dubrovnik: 5 giorni nella destinazione dell’estate 2021

Dubrovnik, Ragusa, Approdo del Re… a voi la scelta! Dubrovnik, conosciuta anche come la “Perla dell’Adriatico”, è decisamente una delle top destinazioni dell’estate 2021.

Dubrovnik è una delle più belle città fortificate al mondo e come tale ha ricevuto lo status di Patrimonio dell’UNESCO. La città è stata scelta molte volte anche come set cinematografico: le sue mura e i suoi palazzi hanno rappresentato su schermo la King’s Landing di Game of Thrones, ad esempio.

L’attrazione principale è il centro storico pedonale con le sue strade in pietra calcarea e le chiese barocche, il tutto racchiuso all’interno delle imponenti mura medievali fortificate. Passeggiando lungo le mura, potete ammirare l’Adriatico che brilla in basso, prendere la funivia per godere del panorama o fare un’escursione sul monte Srd.

Ma cosa bisogna assolutamente vedere e fare in 5 giorni a Dubrovnik?

Ecco i nostri consigli per il tour della città croata:

Giorno 1

Iniziamo il tour visitando subito la famosa Città Vecchia di Dubrovnik. Entrando attraverso la porta principale Pile, vi troverete davanti lo Stradun, la strada principale della città, risalente al XIII secolo, su cui si affacciano splendidi palazzi barocchi. La strada è così pittoresca che è stata usata come location per le riprese non solo del Trono di Spade, ma anche di Star Wars.

Proseguendo lungo lo Stradun, si arriva a Piazza Luza, circondata da alcuni dei punti di riferimento più preziosi di Dubrovnik: la Torre dell’Orologio che sorveglia la piazza dal 1444 e il Palazzo del Rettore, residenza e sede del rettore della Repubblica di Ragusa, l’antica denominazione di Dubrovnik.

Nel corso della storia, però, il palazzo è stato utilizzato anche come armeria, arsenale, tribunale e prigione. Visitando il grande edificio gotico, avrete la possibilità di visitare le sue camere e sale, oltre a conoscere la storia della città.

Appena sopra il Palazzo del Rettore si trova il luogo di culto più importante della città, la Cattedrale di Dubrovnik. Questo colosso barocco venne costruito nel 1713 per sostituire la cattedrale originale della città che fu distrutta dal terremoto.

Proseguendo, arriverete finalmente alle enormi e antiche mura che circondano la città. Il percorso ininterrotto delle mura è lungo poco meno di 2 km e offre viste mozzafiato della Città Vecchia durante tutto il tragitto.

Finite la giornata concedendovi un drink al Cafe Buža. Incastonato tra le mura della città e il mare Adriatico, questo bar è un ottimo posto per sorseggiare un bicchiere di vino o di birra e rilassarsi mentre il sole scende verso l’orizzonte.

5 giorni a Dubrovnik: giorno 2

Iniziate il vostro secondo giorno esplorando la Fortezza di Lovrijenac. Detta anche Fortezza di San Lorenzo e conosciuta anche come “Gibilterra di Dubrovnik” per via della sua posizione – si trova sulla scogliera fuori dalle mura della città, a circa 30 metri sopra il livello del mare.

Simbolo della città non conquistata, questa fortezza si erge ancora con tutta la sua imponenza, resistendo alle epoche e alle onde del mare Adriatico.

Dopo aver visitato la Fortezza, potete spaziare tra diversi tipi di attività, dalle più sportive alle più “nerd”.

Vicino al porto occidentale di Dubrovnik, noterete una serie di kayak che partono dal piccolo molo di pietra. Andare in kayak qui non è solo un modo divertente per uscire in mare e fare un po’ di esercizio, ma dà anche la possibilità di osservare la città da una prospettiva completamente nuova.

Esistono vari tipi di tour in kayak, da quelli intorno alle mura a giri che portano fino all’isola di Lokrum, al largo della costa della città.

Se invece siete amanti del cinema o della letteratura e volete scoprire i magnifici luoghi del set del Trono di spade, vi consigliamo di scegliere uno dei tantissimi tour a disposizione dedicati alla serie.

Come già accennato sopra, la città vecchia è stata usata per rappresentare Approdo del Re in tutte le stagioni dello show. Uno dei luoghi più famosi è senza dubbio la Scala dei Gesuiti, dove è stata girata la celeberrima walk of shame di Cersei.

Alla fine della giornata potete godervi una vista insolita della città: dall’alto, grazie alla funicolare del Monte Srđ (o monte Sergio in italiano).

In funivia bastano 4 minuti per raggiungere la cima del Monte Srđ. Dalla stazione di arrivo, a 405 metri di altezza, il panorama dai tetti in cotto della città fortificata arriva fino all’isola di Lokrum, con lo sfondo del mare e le Isole Elafiti all’orizzonte. Distrutta durante la guerra di indipendenza iniziata nel 1991 la funivia, oggi ristrutturata, è tornata in piena attività.

Giorno 3

Dopo aver visitato il meglio di Dubrovnik nei primi due giorni, è il momento di andare alla scoperta delle isole che la circondano.

A soli 600 metri da Dubrovnik, infatti, si trova l’isola di Lokrum. Arrivarci è facilissimo: ogni giorno, da aprile a novembre, è possibile prendere una delle barche che partono dal porto della Città Vecchia di Dubrovnik, con una maggiore frequenza di servizio nei mesi estivi. La durata del viaggio è di soli 10 minuti.

Lokrum è un isolotto molto verde, di una bellezza romantica, oasi di pace, di sole, mare aperto e pulito, piccole baie, boschi di pino, alloro e lussureggiante vegetazione subtropicale.

Sull’isola ci sono diverse regole da rispettare, per preservarne la bellezza e la flora. Sull’intera superficie dell’isola, infatti, è vietato fumare, introdurre cani e cogliere fiori. È inoltre vietato soggiornarvi: non sono presenti né hotel né altre strutture ricettive.

Lokrum, patrimonio Unesco, è la meta perfetta per gli amanti del trekking e per piacevoli giornate in spiaggia. Potete fermarvi a fare un tuffo nel piccolo lago salato di Mrtvo More.

Questo specchio d’acqua viene chiamato “Mar Morto” perché, proprio come il suo omonimo più grande, la sua acqua è salata. Il lago è collegato al mare da caverne sotterranee. Lo scenario che il Mrtvo More regala è davvero particolare e le sue acque sono adatte anche ai bambini.

Oltre alle bellezze naturali, sull’isola di Lokrum troverete il maestoso Monastero Benedettino. Il monastero racchiude una storia molto antica e si dice sia “maledetto”.

Un tempo, infatti, vi abitavano i monaci benedettini che, oltre la preghiera, si dedicavano alla coltivazione di piante esotiche. Nel 1808 furono cacciati da Napoleone quando decise di sciogliere l’ordine benedettino.

Si racconta che i monaci, la notte prima della partenza, cosparsero l’intera isola con della cera collante e lanciarono una maledizione su chiunque fosse venuto ad abitare sull’isola.

Da quel momento tutti coloro che vi si insediarono ebbero una fine tragica o violenta. Forse proprio per questo che l’isola è tuttora disabitata. Gli unici abitanti attualmente ammessi sono pavoni e conigli: l’isola ne è piena e sono facilmente fotografabili.

5 giorni a Dubrovnik: giorno 4

Nel vostro penultimo giorno, vi consigliamo di fare un tour delle Isole Elafiti. Le isole Elafiti costituiscono un arcipelago composto da tredici isole. Nonostante il fatto che solo tre isole – Isola di Lopud, Koločep e Šipan – sono abitate, l’intero arcipelago è una parte molto importante dell’offerta turistica di Dubrovnik.

Vengono per la prima volta menzionate nel I secolo d.c., nell’opera Naturalis Historia di Plinio il Vecchio, che testimonia che grazie ai suoi bellissimi paesaggi le isole hanno da tempo attirato molti visitatori. Se sognate spiagge di sabbia, uliveti, vaste pinete e una pace assoluta, queste isole sono l’ideale per voi!

Lopud

Situata nel centro delle isole Elafiti, Lopud è conosciuta per la sua magnifica spiaggia di Sunj, l’ideale per i bambini grazie alle acque poco profonde vicino alla riva. Una striscia di sabbia bianca larga circa cento metri offre una splendida vista sulla pineta in riva al mare. I veicoli a motore non sono ammessi a Lopud, e ciò permette di respirare aria più pulita, circondati da abbondante vegetazione mediterranea.

Koločep

Koločep è la più piccola delle isole Elafiti. I suoi due chilometri quadrati di superficie sono divisi in due paesi: Gornje Čelo e Donje Čelo, separati da una fitta foresta mediterranea. Scoprirete molte piccole insenature nascoste (alcune delle quali sono nudiste), che vi sedurranno con le loro ripide scogliere coperte di pini a picco sull’acqua cristallina.

Šipan

Con una superficie di 16,5 chilometri quadrati, Šipan è la più grande delle isole Elafiti. La più lontana dalla costa, quest’isola è anche la più selvaggia. Non perdetevi l’affascinante ormeggio di Luka Sipanska, con il suo ambiente autentico di fronte alle sue piccole case sulla riva. Un’altra idea è quella di noleggiare una bicicletta per attraversare l’isola tra vigneti e ulivi.

5 giorni a Dubrovnik: Giorno 5

Godetevi l’ultimo giorno del vostro viaggio a Dubrovnik in completo relax. Le spiagge di Dubrovnik sono per tutti i gusti: sabbiose, di ciottoli, rocciose, tutte bagnate da un mare trasparente e cristallino.

La spiaggia più famosa di Dubrovnik è sicuramente la spiaggia Banje. Si trova vicino al centro storico e, mentre nuotate nel mare limpido, potrete godere di uno scenario incredibilmente bello con vista sulle mura della città, il vecchio porto e l’isola di Lokrum. Il mare qui è blu turchese e fornisce un contrasto spettacolare con i tetti rossi del centro della città.

La spiaggia di Banje è una spiaggia rocciosa. Non c’è quasi nessuna ombra naturale, ma potrete affittare ombrelloni e sdraio a pagamento. Proprio dietro la baia di balneazione c’è il ristorante Banje-Beach, che attira soprattutto i giovani in vena di feste con DJ e bevande fresche.

La Spiaggia Sveti Jacov è situata ad est della parte vecchia di Dubrovnik e, sebbene relativamente vicina alla città, è molto amata da coloro che preferiscono angoli poco battuti e poco attrezzati. Piccola e bellissima spiaggetta di sabbia dorata mista a ghiaia, bagnata da un bellissimo mare cristallino e protetta ai due lati da una scogliera rocciosa.

Per raggiungerla si deve percorrere Frana Supila verso est, superare i grandi alberghi ed arrivare all’ex monastero di Sveti Jacov (San Giacomo). Pochi metri più avanti si imbocca una ripida scalinata e si scendono ben 163 gradini fino alla spiaggia.

Infine, la spiaggia di Betina Cave. Si trova un po’ più a nord della città vecchia e può essere raggiunta solo attraverso un percorso marino, cioè in kayak o in barca. Rimarrete stupiti dallo scenario unico della spiaggia: una bellissima baia naturale situata in una grotta di roccia.

Il mare qui brilla nei colori più belli ed è una location perfetta per lo snorkeling.

Se dopo aver letto tutto questo non vedete l’ora di partire e godervi 5 giorni a Dubrovnik, il pacchetto “Estate Toratora” potrebbe essere quello che fa per voi.

I NOSTRI SOCIAL
Instagram
Facebook
COPYRIGHT

Toratora S.R.L. – 14901221003