Skip to content Skip to footer

Alla scoperta di Siviglia, la città che… meraviglia!

«Quien no vè Sevilla, no vè maravilla».

«Chi non vede Siviglia, non vede meraviglia», è un famoso motto spagnolo che ci dice già molto su questa città. Suggestiva, accogliente e ricca di storia, Siviglia è una città che incanta fin dal primo sguardo. 

Patria del flamenco e della corrida, questa città è a detta di molti una delle più belle non solo dell’Andalusia, ma dell’intera penisola iberica. Sarà forse la sua eleganza nel conciliare vecchio e nuovo a renderla così affascinante?

Per scoprirlo non ci rimane che incamminarci per la città e perderci per le sue stradine inseguendo le azulejos, le mattonelle colorate che decorano strade e panchine e che portano i più curiosi alla scoperta di scorci affascinanti. 

Se non sei mai stato a Siviglia…

Siviglia possiede un patrimonio artistico di grande valore e ogni angolo della città costituisce uno scrigno di storia in cui si intrecciano epoche e stili differenti. Chiunque vi si reca non può assolutamente evitare di visitare la Cattedrale e l’Alcazar, il palazzo reale di Siviglia. 

La Cattedrale, una delle chiese gotiche più grandi al mondo costruita sulla pianta di una moschea preesistente è il simbolo della cristianità. Dalla Giralda, il campanile che prima costituiva il minareto, si può godere di una vista magnifica su tutta la città. 

Per ammirare tale meraviglia, il consiglio per i viaggiatori meno pazienti è quello di prenotare i biglietti online in anticipo e non ritrovarsi in coda per ore a causa dell’intenso afflusso di visitatori. 

Lo stesso vale per l’Alcazar. Anche qui, infatti, i viaggiatori trascorrono ore ed ore a visitare il Palazzo Reale costruito durante la dominazione araba. Oltre al Palazzo, anche gli splendidi giardini, abitati da eleganti pavoni e ricchi di alberi di arancio, sono un richiamo irresistibile per i visitatori. 

Se siete amanti dei colori non potrete fare a meno di raggiungere un’altra imperdibile attrazione di Siviglia che ne è ricchissima. Stiamo parlando dell’enorme e coloratissima mezzaluna di azulejos, nonché dell’affascinante Plaza de España di Siviglia. Questa immensa piazza è uno dei simboli della città.

Altra piazza non meno famosa è invece Plaza de Toros, che oltre ad ospitare le corride, non amate da tutti, al suo interno racchiude il Museo de la Real Maestranza, dove è possibile vedere abiti, costumi, foto e dipinti di toreri, sovrani e di scene tipiche della tradizione e della storia spagnola. 

Siviglia tra autenticità e gusto

Ma se si vuole conoscere la vera e autentica identità di questa città, bisogna spostarsi di poco dal centro e visitare uno dei luoghi che più la rappresenta. Si tratta di Triana, un piccolo quartiere situato sulla sponda del fiume Guadalquivir, connesso al resto della città  solo nel 1852. Fabbriche di ceramica, azulejos, il Mercado de Triana, el Paseo de arte, i bar di quartiere e molto ancora guideranno la vostra passeggiata tra gli scorci di questo quartiere originale, chiamato anche quartiere gitano. 

Ma oltre al piacere per gli occhi, non credete sia arrivato il momento di concedere un po’ di piacere anche ai vostri palati?

I profumi del Mercado de Triana sono nell’aria, ed è ora di un assaggino di tapas. Seppur di piccole dimensioni, il mercato è ricco di banchi in cui si propongono varie specialità iberiche: tra queste potrete degustare il jamon iberico o il pata negra, entrambi prosciutti tipici spagnoli, o una tortilla di patate appena cucinata, o ancora verdure, pesce, polpo.

Oltre al mercato, per un’esperienza local, vi consigliamo un pranzo nelle caratteristiche bodegas sivigliane. 

Prima fra tutte e situata nel centro storico, “El Rinconcillo”, è la bodega più antica di Siviglia dal 1670, e se avrete un po’ di pazienza potrete degustare anche qui i piatti tipici per una comida 100% spagnola. 

Se invece state passeggiando per il quartiere di Santa Cruz, un altro locale che attirerà la vostra attenzione sarà sicuramente “Las Teresas”, un caotico e pittoresco spazio in cui si è soliti prima far aperitivo e poi in tarda serata, secondo gli orari spagnoli, cenare. 

Insomma, è chiaro: luoghi per mangiare o bere una cervecita non mancano di certo a Siviglia. 

La Siviglia moderna

Ma le cose da vedere a Siviglia non comprendono solo le testimonianze del passato. La città infatti offre anche attrazioni d’avanguardia; tra queste, una delle più recenti è il Metropol Parasol, un grande “ombrello” traforato che dona ombra a Plaza de la Encarnacion, costruito recentemente e già divenuto uno dei simboli della città, oltre ad essere la più grande struttura in legno al mondo. 

Qui ad attrarre in particolar modo visitatori è il mirador, una passerella in legno a forma di serpente che funge da terrazza panoramica, da cui si gode di una meravigliosa vista sulla città. Per i sivigliani il Metropol Parasol è un popolare luogo di ritrovo, chiamato abitualmente Las Setas (i funghi), perché la forma di questa struttura ricorda un po’ un gruppetto di funghi. 

I NOSTRI SOCIAL
Instagram
Facebook
COPYRIGHT

Toratora S.R.L. – 14901221003